Coronavirus Albania: aggiornamenti sulla situazione epidemiologica

Albania coronavirus

È passato più di un anno dall’11 marzo 2020, giorno in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità dichiarava che l’epidemia di Covid era da considerarsi ufficialmente una pandemia.

Nel frattempo, in Italia e negli altri stati europei, al netto degli iniziali rallentamenti del piano vaccinale, le cose si stanno pian piano evolvendo: assistiamo a varie fasi di ripresa graduale per tornare a intravedere una parvenza di normalità. I nostri confini nazionali sono attualmente aperti ed è possibile viaggiare negli stati dell’area Schengen e in altri stati al di fuori della stessa, anche per turismo.

Secondo quanto riportato dal sito ufficiale della Farnesina Viaggiare Sicuri, per determinate destinazioni (suddivise in 5 categorie a seconda della fascia di rischio) ad oggi potrebbe essere necessario sottoporsi a differenti misure al momento del rientro. Per sapere quali sono nel dettaglio gli stati inseriti in queste fasce di rischio e per conoscere le limitazioni e le misure di sorveglianza sanitaria in corso, il rimando è a questa pagina del sito della Farnesina.

Come potete vedere, dal 30 luglio 2021 l’Albania è stata spostata dalla Farnesina fra i paesi del gruppo D. Questo comporta che, “per la normativa italiana, sono consentiti gli spostamenti da/per questi Paesi senza necessità di motivazione. […] Tuttavia, la rimozione delle limitazioni agli spostamenti dall’Italia verso alcuni Paesi non esclude che questi Paesi possano ancora porre dei limiti all’ingresso.”

A tal proposito si ricorda che dal 6 settembre 2021, le persone in ingresso o in transito in Albania (ad eccezione dei minori fino ai 6 anni d’età) devono essere munite di uno dei seguenti documenti:

  • passaporto vaccinale dal quale risulti che la data del completamento della vaccinazione sia almeno due settimane prima della data di ingresso in Albania;
  • test PCR effettuato entro 72 ore o test rapido antigenico effettuato entro 48 ore dall’ingresso in Albania;
  • certificato di guarigione attestante l’avvenuto superamento dell’infezione da SARS-COV 2 rilasciato non oltre i sei mesi precedenti l’ingresso in Albania.

Per maggiori dettagli su passeggeri in transito o ingressi via mare, vi consigliamo comunque di consultare il seguente sito web (in lingua inglese), dove vengono pubblicati gli ultimi aggiornamenti da parte del Ministero degli Esteri albanese: Covid-19.

Coronavirus Albania: si può tornare a viaggiare per turismo

Dal 31 luglio 2021 si può viaggiare in Albania per motivi turistici!

Ciononostante, l’Ordinanza 29 luglio 2021 e l’Ordinanza 28 agosto 2021 hanno introdotto una serie di adempimenti obbligatori all’ingresso/rientro in Italia per tutti coloro che nei quattordici (14) giorni precedenti hanno soggiornato/transitato in un Paese dell’elenco D, Albania compresa:

  • compilare un formulario on-line di localizzazione (denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF) e presentarlo, sul proprio dispositivo mobile o in versione cartacea, al vettore al momento dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli;

  • presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia deputato a effettuare i controlli, la certificazione “verde” COVID-19, rilasciata al completamento del ciclo vaccinale ovvero certificazione equipollente, emessa dalle autorità sanitarie competenti a seguito di vaccinazione validata dall’EMA (Agenzia Europea per i Medicinali);
  • presentare al vettore, all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia preposto a effettuare i controlli, un certificato che attesti il risultato negativo di un test molecolare o antigenico, condotto con tampone, effettuato nelle settantadue (72) ore precedenti l’ingresso in Italia, da mostrare a chiunque sia preposto ad effettuare questa verifica;

In caso di mancata presentazione delle certificazioni indicate agli ultimi due punti, è comunque possibile entrare in Italia ma è fatto obbligo di:

  • sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria (informando la ASL competente per attivare la sorveglianza) presso l’indirizzo indicato nel dPLF, per un periodo di cinque (5) giorni;

  • effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico, condotto con tampone, al termine dei cinque (5) giorni di isolamento.

Coronavirus Albania: assicurazioni viaggio e Covid-19

Le principali compagnie assicurative si sono via via adattate alla nuova situazione dotandosi di regolamenti appositi e coperture. Per sapere quali assicurazioni viaggio coprono dal Coronavirus e a quali condizioni vi rimandiamo al nostro approfondimento sull’assicurazione sanitaria in Albania.

Coronavirus Albania: cosa fare a questo punto?

Se non avete ancora prenotato le vacanze e siete muniti di green pass non avete scuse per non organizzare un viaggio in Albania, viceversa usate questo periodo per pianificare una futura vacanza in Albania, quando finalmente potremo tornare a viaggiare senza limitazioni dovute alla situazione epidemiologica.

Consigliamo di prenotare servizi che permettono di cancellare senza penale, come ad esempio alberghi, noleggio auto e attività turistiche. In tal caso potete rifarvi alle nostre guide:

Per finire, i suggerimenti su come informarsi rimangono sempre gli stessi: non prestate fede a messaggi anonimi o provenienti da fonti non verificabili. La fonte ufficiale per informarsi sulla situazione dei viaggi nel mondo è il sito della Farnesina: Viaggiare Sicuri.

Dicci cosa ne pensi nei commenti e condividi l'articolo se ti è piaciuto!