Byrek o Burek albanese: il tipico street food nella variante con carne!

Byrek o Burek albanese con carne e cipolla

Il Byrek o Burek albanese è una torta salata a base di yufka, un foglio di pasta sfoglia sottilissima, croccante e molto gustoso, farcito con formaggio (djathë i bardh – un formaggio simile alla feta ma meno salato), carne macinata, spinaci e ricotta, o con altre verdure a piacere.

Piatto di origine turca il burek albanese trae il suo nome dal tema turco bur che significa “arrotolare” ed è spesso accompagnato da un’altra parola che ne descrive la forma, gli ingredienti, o i metodi di cottura.

Diventato ormai uno dei piatti nazionali, il burek rientra a pieno titolo tra gli “street food” albanesi  più buoni e deliziosi che possiate provare durante le vostre vacanze in Albania.

L’ingrediente principale del byrek è la yufka, una pasta fillo a una decina di strati. rigorosamente fatta in casa, ripiena di formaggio, spinaci, porri o carne tritata, e tagliata a triangoli.

La versione di burek che vi proponiamo oggi è quella con la carne macinata e le cipolle ma niente vi vieta di sperimentare e provare a prepararlo anche con spinaci e ricotta ad esempio.

Byrek o Burek albanese: ingredienti

Byrek per otto persone:

  • farina: 500 g

  • acqua calda: 250 g

  • carne macinata: 400 g

  • cipolla: 70 g

  • olio extravergine di oliva: 150 ml

  • peperoncino rosso in polvere: un cucchiaio

  • sale e pepe: q.b.

Byrek o Burek albanese: preparazione

Iniziamo la ricetta del Burek albanese dalla preparazione del ripieno, perciò tritiamo la cipolla e la mettiamo a rosolare in padella con l’olio, aggiungiamo la carne e la facciamo cuocere; mettiamo sale, peperoncino e pepe per ultimi.

Mentre aspettiamo che la farcitura si raffreddi, iniziamo a fare la pasta sfoglia. Non sarà facile, soprattutto le prime volte, quindi armatevi di tanta pazienza!

Procediamo versando in una ciotola la farina, l’acqua ed il sale così da creare un impasto. Non versiamo l’acqua in un colpo solo, ma la aggiungiamo poco alla volta sino ad ottenere un impasto che non si attacca alle mani, e che è abbastanza morbido per essere steso.

Quindi copriamo le palline ricavate da questo impasto con un canovaccio di cotone oppure, in alternativa, le avvolgiamo nella pellicola, e le facciamo riposare per circa 30-40 minuti.

Prendiamo un matterello ed iniziamo a stendere ciascuna pallina in una sfoglia sottilissima quasi trasparente.

Ungiamo dapprima la nostra tortiera, quindi mettiamo il primo foglio di pasta all’interno, facendo attenzione a far fuoriuscire i suoi lembi dalla tortiera stessa, e procediamo a dare una pennellata di olio extravergine d’oliva e a farcire di carne.

Aggiungiamo poi altri sei (6) fogli di pasta con una passata d’olio tra di loro ed aggiungiamo nuovamente uno strato di carne, poi di nuovo le sfoglie spennellate di olio tra loro e poi la carne, e ripetiamo l’operazione per altre quattro (4) volte in totale.

Da ultimo richiudiamo il Burek albanese con i lembi di pasta sfoglia lasciati fuoriuscire dalla tortiera e diamo un’ultima spennellata sulla superficie con l’olio extravergine d’oliva.

Inforniamo a 200° per circa 20-25, o comunque finché il Byrek non ha assunto la sua classica coloratura dorata, e serviamo caldo.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
By |2018-04-27T16:05:18+00:00Gennaio 27th, 2018|0 Commenti

About the Author:

Francesco
Francesco è appassionato di videogames e manga giapponesi. Li ama quasi quanto ama girare per il mondo alla scoperta di mete insolite e sconosciute ai più. Si diverte anche a pescare, specialmente in mare, e non rinuncerebbe mai al cinema e alla pizza con le acciughe.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.