Kruja cosa vedere: le attrattive da visitare a Kruja!

  • Cosa vedere a Kruja: veduta della cittadella di Kruja
    Tutte le attrazioni del borgo medievale di Kruja

Vista l’esigua distanza che separa Kruja sia da Tirana che da Durazzo, avremmo potuto inserire nei tour dell’una o dell’altra città, come generalmente avviene nelle guide cartacee e su altri siti online che parlano dell’Albania, ma a nostro parere sarebbe stato riduttivo per quello che è il valore storico e culturale della città.

Se è pur vero che si tratta un piccolo borgo medievale, la Città di Skanderbeg, rappresenta infatti una delle destinazioni più amate dell’Albania!

Non è un caso che, assieme al Parco Archeologico di Butrinto, Kruja sia l’unico sito storico albanese che, anche nei caldi mesi estivi, troverete probabilmente sempre sovraffollato di turisti…

Nella nostra guida su cosa vedere a Kruja vi parleremo in particolare dell’antica cittadella e di uno dei bazaar meglio conservati di tutti i Balcani, ricco di oggetti di artigianato ed antiquariato locale.

Kruja cosa vedere: il Monumento di Skanderbeg

Nella Città di Skanderbeg non poteva certo mancare un monumento equestre dedicato proprio al mitico eroe albanese.

Sara propria Skanderbeg (il parcheggio degli autobus e delle auto è posizionato proprio nei suoi pressi), con la sua mole arcigna a darvi il benvenuto in uno dei più importanti siti culturali dell’Albania.

Cosa vedere a Kruja: il Monumento equestre di Skanderbeg a Kruja

Il monumento, che si trova nel centro della città, è dedicato a Gjergj Kastrioti (1405-1468), l’eroe nazionale degli albanesi, cui fu dato il nome di Skanderbeg – Skenderbej o Skenderbeg in lingua albanese – dagli ottomani.

Si tratta di un’opera del 1950, realizzata in parte in Ungheria come simbolo dell’alleanza che vi fu fra Gjergj Kastrioti Skanderbeg ed il reggente ungherese del tempo, Giovanni Hunyadi.

Kruja cosa vedere: il bazaar

Salutate Skanderbeg ed avviatevi verso la cittadella, incontrerete così una stradina acciottolata e stretta con ai lati dei negozietti di legno che sembrano fotografie di un’epoca ormai lontana.

Si tratta del Bazaar di Kruja, uno dei pochi mercati di epoca ottomana scampato alla totale distruzione dell’epoca del regime di Hoxha.

Cosa vedere a Kruja: il bazaar di Kruja

Restaurato alla metà degli anni ’60, il bazaar sebbene oggi abbia perso la sua originaria funzione, resta una tappa interessante per scoprire i migliori manufatti dell’artigianato albanese.

Qui troverete panieri e altri utensili intrecciati, merletti e trini di tutte le dimensioni, oltre ai cimeli della guerra, libri antichi (anche in italiano), manifesti di propaganda comunista ed attrezzature della poverissima cultura contadina. Se cercate un souvenir vi consigliamo in particolare la filigrana e i cesti di legno di olivo, davvero molto belli.

Kruja cosa vedere: la cittadella

Risalendo la strada che prosegue verso la sommità della collina, in pochi minuti vi troverete di fronte all’ingresso della Cittadella di Kruja.

Eretta nel XIII sec., la roccaforte è stata ulteriormente fortificata da Carlo I d’Angiò, e successivamente dal principe albanese Karl Thopias, prima, e da Gjergi Kastrioti Skanderbeg, dopo.

Cosa vedere a Kruja: veduta della cittadella di Kruja

Della fortezza originale, teatro dell’eroica resistenza di Skanderbeg e dei suoi uomini contro l’esercito ottomano, oggi non restano che poche rovine, qualche tratto delle antiche mura ed un’entrata monumentale ben conservata e degna di rilievo.

Veramente suggestiva la passeggiata lungo gli spalti e sulle piattaforme delle torri e magnifico il panoramica che arriva fin sul Mar Adriatico.

Cosa vedere a Kruja: l'antica Moschea di Kruja

All’interno della cittadella – il cui ingresso è gratuito, si pagano solo i biglietti dei musei presenti all’interno – potrete visitare:

  • il Museo di Skanderbeg; 
  • il Museo Etnografico;
  • una chiesa del XIII sec.;
  • una moschea, probabilmente costruita non appena i turchi ottennero il controllo della tanto ambita roccaforte;

  • delle case medievali in buono stato di conservazione ed ancora abitate.

Il Museo Nazionale di Skanderbeg

Cosa vedere a Kruja: il Museo di Skanderbeg a Kruja

Nel Museo Nazionale di Skanderbeg, inaugurato nei primi anni ’80, vengono conservati diversi oggetti e manufatti antichi, armature, riproduzioni di mappe geografiche e statue di personaggi importanti dell’epoca skanderberghiana. Molto interessante la copia della famosa spada di Gjergj Kastrioti, il cui originale è in mostra al Kunsthistorisches Museum di Vienna.

L’esposizione del museo è stata organizzata in modo da raccontare la vita e le gesta militari di Skanderbeg, soffermandosi in particolare sulle varie fasi della lotta contro l’invasione ottomana e sul ruolo della Lega di Lezha sull’epopea di Gjergj Kastrioti, mettendone in luce anche il significato più ampio per l’intera storia europea.

Il Museo Etnografico

Cosa vedere a Kruja: il Museo Etnografico di Kruja

Nella nostra guida su cosa vedere a Kruja, non può mancare il museo etnografico, che è ospitato all’interno dell’antica dimora di una delle più importanti e facoltose famiglie della città, i Toptani.

Girellando per la casa-museo potrete ammirare i quindici ambienti che compongono quest’antica villa ottomana del 1700, e immaginare la vita di una famiglia agiata dell’epoca.

Al piano terra si trovano le stanze di servizio, le officine, le macine, i magazzini ed i frantoi, corredate dagli attrezzi del tempo; mentre al piano superiore le stanze di rappresentanza della famiglia Toptani e la cucina.

Cosa vedere a Kruja: alcuni degli oggetti in esposizione all

Le sale che ci hanno maggiormente colpito, perché ricche di tanti particolari, sono:

  • al pianterreno il tornio per la pressa delle olive, con annessi attrezzi da lavoro;

  • al piano superiore la cucina, le camere per gli ospiti e le rispettive stanze per le donne e per gli uomini della famiglia Toptani, tutte magnificamente affrescate e con arredi di eccellente qualità.

Gli oltre 1.100 reperti conservati nel museo vi permetteranno così di ricostruire quello che era lo stile di vita delle famiglie benestanti di Kruja nel XVIII sec..

Le Kulle

Non perdete infine l’occasione di vedere, e se possibile di visitare, le kulle, ovvero le antiche case-torri albanesi aventi doppia funzionalità, abitativa e difensiva – essendo state progettate appositamente come vere e proprie torrette fortificate, per difendersi dai possibili attacchi nemici -, ancora presenti nei vecchi quartieri di Kruja.

Scopri di più sulla visita guidata di Tirana e Kruja
Scopri di più sul tour Tirana-Durazzo-Kruja
Di |2018-07-09T19:05:56+00:00ottobre 3rd, 2017|

About the Author:

Francesco
Francesco è appassionato di videogames e manga giapponesi. Li ama quasi quanto ama girare per il mondo alla scoperta di mete insolite e sconosciute ai più. Si diverte anche a pescare, specialmente in mare, e non rinuncerebbe mai al cinema e alla pizza con le acciughe.

Leave A Comment