Saranda cosa vedere: le attrattive storico-culturali da visitare a Saranda!

  • Cosa vedere a Saranda: la chiesa ortodossa di Saranda
    Le attrazioni storico-culturali di Saranda

Le attrazioni presenti a Saranda sono poche ma interessanti. Questa bella cittadina, che si affaccia sulle acque turchesi della costa ionica, è da sempre considerata meta di un turismo prettamente balneare, ma non mancano neppure le occasioni per una visita di stampo culturale!

Nella nostra guida su cosa vedere a Saranda vi indicheremo allora tutte le attrattive storico-culturali da non lasciarvi sfuggire nei giorni di vacanza che trascorrete nella Ninfa della Ionio.

Saranda era una rinomata località turistica già durante il periodo comunista, ma è dagli anni ‘90 che ha vissuto il cambiamento che l’ha resa, soprattutto in estate, tra i luoghi più visitati dell’Albania. La vita notturna a Saranda è ben sviluppata durante i mesi estivi, ma il posto è molto amato anche dalle famiglie e non soltanto dai giovani.

Saranda cosa vedere: il Monastero dei 40 Santi

Cosa vedere a Saranda: i resti del Monastero dei 40 Santi, Saranda

La prima attrazione che vi suggeriamo di inserire nel vostro programma di cosa vedere a Saranda è il Monastero dei 40 Santi, un edificio religioso andato in gran parte distrutto a causa dei bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Dovete sapere che i resti di questo suggestivo monastero si trovano su una collina ad est di Saranda – la vista su Corfù e sulla città di Saranda è davvero incredibile! – e che la strada per arrivarci è sterrata, quindi vi consigliamo di procedere nell’escursione con una certa prudenza.

La visita del Monastero dei 40 Santi è gratuita, mentre è a pagamento l’ingresso alla cripta; nel caso siate interessati ad esplorarla ricordatevi di contattare bashkia, ovvero il comune, per organizzare l’accesso.

Questo antico edificio religioso, che venne eretto nel luogo dove, negli anni 323-324 a.C., furono uccisi 40 martiri cristiani che rifiutarono di rinnegare la propria fede, durante le persecuzioni operate dall’imperatore romano Licinio, è noto anche per aver
dato il nome alla città di Saranda, chiamata non a caso in italiano Santi Quaranta.

Saranda cosa vedere: la sinagoga

Cosa vedere a Saranda: le rovine della sinagoga, Saranda

Tra le cose da vedere a Saranda rientrano senza dubbio le rovine della sinagoga, che si trovano proprio nel centro città, davanti alla fermata dei pullman per Tirana.

La Sinagoga di Saranda è probabilmente la più antica sinagoga di questa parte del Mediterraneo, ed è stata oggetto fra le altre cose, di una spedizione archeologica effettuata nel 2004 in collaborazione con alcuni studiosi dell’Università di Gerusalemme.

Si ritiene che la sinagoga sia stata costruita verso la fine del V secolo e gli inizi del VI secolo, mentre non sono note le ragioni che portarono la comunità ebraica ad abbandonare questo luogo sacro che successivamente fu convertito in una chiesa cristiana; si sa solo che dopo circa 120 anni che l’edificio serviva come chiesa, lo stesso fu saccheggiato e distrutto dagli invasori Slavi.

Gli antichi mosaici rinvenuti nella sinagoga mostrano i tipici simboli della religione ebraica.

Saranda cosa vedere: il Castello di Lëkursi

Cosa vedere a Saranda: il Castello di Lekursi, Saranda

Da visitare assolutamente ed inserire nel vostro programma di cosa vedere a Saranda è il Castello di Lëkursi, situato sulla cima di una collina che domina la baia di Saranda.

Ciò che colpisce del Castello di Saranda non è solo la bellezza del castello in sé e delle sale del museo visitabili a pagamento (sala delle armi e prigione), ma il magnifico panorama che si gode da lassù! Infatti potrete ammirare tutta la città e la sua costa, oltre a Butrinto, Delvina e Corfù.

Il Castello di Lëkursi è stato costruito nel XVII secolo, ha una pianta quadrata ed è dotato di due torri a pianta rotonda, una nella parte sud-ovest e l’altra nella zona nord-est. Oggi il castello è stato restaurato e trasformato in un pittoresco ristorante – di cui parliamo più approfonditamente nell’articolo dedicato a dove mangiare a Saranda -, dove vengono spesso organizzati eventi folcloristici in costumi d’epoca, a cui vi invitiamo a prendere parte per trascorrere una piacevole e divertente serata e scoprire qualcosa in più delle tradizioni albanesi.

Saranda cosa vedere: il lungomare

Cosa vedere a Saranda: il lungomare di Saranda

Come in ogni altra località balneare che si rispetti, il cuore vero di Saranda è il lungomare, che durante la stagione estiva si anima di persone di tutte le età che vi passeggiano, artisti di strada, fiere e spettacoli vari. Potrete saperne di più leggendo il nostro articolo sulla vita notturna a Saranda.

Questo bel viale illuminato a ridosso del mare è costeggiato da locali, ristoranti e pizzerie di ogni sorta, nonché negozietti che vendono souvenir; è proprio qui che si trova anche il piccolo ma interessante Museo Etnografico di Saranda, dove sono conservati reperti, abiti folcloristici e tradizionali utensili da cucina.

Scopri di più sulla visita guidata di Saranda
Di |2018-10-04T14:13:25+00:00ottobre 27th, 2017|

About the Author:

Lorena
Lorena ama viaggiare e conoscere nuove culture. Un’altra sua passione è la scrittura, che l’ha portata a vincere alcuni concorsi di poesia e narrativa. Si diletta a scrivere racconti e non potrebbe mai vivere senza il caffè, la cioccolata e le serie tv di genere fantasy.

Leave A Comment