Guida Durazzo: rovine millenarie, ampie spiagge e locali pieni di vita!2018-11-04T21:55:22+00:00

Guida Durazzo: rovine millenarie, ampie spiagge e locali pieni di vita!

  • Guida Durazzo: la Grande Moschea
    Cosa vedere a Durazzo

Durazzo (Durrës in lingua albanese) è la seconda città dell’Albania, con una popolazione di circa 200.000 abitanti, e il principale porto albanese, nonché uno dei più importanti dell’Adriatico. Situata nell’Albania centrale, all’estremità meridionale della dorsale dei Monti di Durazzo, su un’isola unita alla terraferma da due cordoni litoranei, che racchiudono uno stagno, Durazzo è ricca di testimonianze storiche – che potrete scoprire leggendo il nostro articolo dedicato a cosa vedere a Durazzo -, e famosa per il suo caratteristico lungomare e le popolarissime spiagge, che si estendono per chilometri e chilometri a nord e a sud della città.

La città ha avuto un ruolo importante sin dall’antichità e oggi costituisce con Tirana l’asse propulsivo del Paese, soprattutto a livello economico: le principali imprese albanesi hanno sede lungo l’autostrada che collega Durazzo con la capitale, ed anche l’Aeroporto Internazionale di Rinas si trova a metà strada tra le due città.

Guida Durazzo: la Grande Moschea

Fondata da Corinzi e Corciresi nel 626 a.C. con il nome di Epidamno, Durazzo è considerata una delle città più antiche dell’Albania: al termine della prima guerra illirica, nel 229 a.C., dopo la sconfitta della regina Teuta, Epidamno divenne uno stato cliente di Roma, governato da Demetrio di Faro; dieci anni più tardi, alla fine della seconda guerra illirica, la città venne controllata direttamente dai Romani, che ne mutarono il nome in Dyrrachium, e la difesero dall’attacco dell’ultimo re illirico, Genzio. Nel tardo Impero, Dyrrachium (Durazzo) fu capitale dell’Epiro nuovo.

Nel corso del tempo Durazzo ha subito molte dominazioni: Bizantini, Normanni e Veneziani. Con la conquista dell’Italia meridionale da parte degli Angioini, la città, dal 1272 al 1368 fu capitale del regno di Albania degli Angiò-Durazzo. Nel 1501 passò sotto il dominio turco, che si protrasse fino al 1914, quando, costituitasi l’Albania indipendente, il principe Guglielmo di Wied la eresse a capitale del principato.

Al di là dell’avvincente storia millenaria, le cui tracce son ben visibile all’interno della città, Durazzo è caratterizzata da quartieri pieni di vita, che ospitano celebrazioni ed eventi culturali, tra i quali il Festival Internazionale di Poesia e quello di Danza Moderna e Contemporanea, ma anche feste e concerti musicali, il tutto in coerenza con la tradizione, che vuole Durazzo nota sin dall’antichità per la sua grande vivacità: Tabernae Hadriane (Taverna dell’Adriatico) l’aveva definita già 2000 anni fa il poeta romano Catullo, per il suo spirito frizzante e giovanile…

Guida Durazzo: il Capo di Rodon

Da non dimenticare anche il turismo di tipo squisitamente gastronomico, dal momento che a Durazzo si trovano pizzerie e ristoranti, tra i più rinomati di tutta l’Albania.

Facilmente raggiungibile dall’Italia in traghetto – rotte: Trieste-Durazzo, Ancona-Durazzo e Bari-Durazzo -, Durazzo dista poco più di mezz’ora da Tirana, ed è ben collegata alla capitale da linee di autobus e minibus, che viaggiano con grande frequenza tra le due città. Perciò non avrete davvero scusanti per non visitarla, che sia la prima città dell’Albania che incontrerete nel vostro viaggio in Albania, o piuttosto una gita di giornata da Tirana, Durazzo non potrà che essere una tappa obbligata delle vostre vacanze in Albania.

Pronti a scoprire la Taverna dell’Adriatico? Ecco la nostra guida di Durazzo! Qui sotto troverete un indice che rimanda ad una serie di articoli dove illustriamo le attrazioni principali, le spiagge più belle, gli alberghi dove trovare alloggio, i ristoranti più buoni e molto altro ancora…

INDICE GUIDA DURAZZO