Tour Durazzo: gli itinerari ecologici e culturali di Durazzo!

  • Tour Durazzo: veduta del Capo di Rodon, Durazzo
    Gli itinerari ecologici e culturali di Durazzo

Il modo perfetto per concludere la visita di Durazzo? Con una gita culturale in una città d’arte vicina o con un’escursione all’aria aperta!

In Tour Durazzo abbiamo scelto i migliori itinerari di un giorno: dalla visita al Castello di Prezë, all’escursione tra le rovine dell’antica città illirica di Albanopolis, dalla scoperta della storica città di Kavaja, alla gita ecologica sul promontorio disteso sul mare del Capo di Rodon.

Scopri di più sull’escursione Durazzo-Tirana
Scopri di più sull’escursione Durazzo-Berat

Tour Durazzo: perché avere a disposizione un’auto per spostarsi conviene sempre

Tour Durazzo: auto a noleggio a Durazzo

La disponibilità di un’auto, che consente di base spostamenti rapidi e comodi, diviene essenziale per visitare quelle città (ad esempio Albanopolis), che il trasporto pubblico di Durazzo non raggiunge.

Coloro che sono arrivati a Durazzo con il traghetto, non avranno di certo problemi a spostarsi con la loro macchina; diversamente la soluzione migliore e più vantaggiosa resta il noleggio auto. Cliccate sul link sotto per scoprire tutti i nostri consigli sul noleggio auto in Albania.

Consigli sul noleggio auto in Albania

Tour Durazzo: da Durazzo al Castello di Prezë

Il Castello di Prezë è un piccolo castello medievale, arroccato su una collina da cui domina la città di Prezë.

La costruzione del castello, che apparteneva alla famiglia feudale locale dei Thopia, iniziò nel XIV secolo e fu completata all’inizio del XV secolo. Durante il 1443-1468 il Castello di Prezë divenne una delle principali roccaforti della resistenza albanese guidata da Skanderbeg, contro gli ottomani.

Il Castello di Prezë, che è arrivato a noi in un ottimo stato di conservazione, ha quattro torri (una in ogni angolo) e una torre dell’orologio, che fu eretta tra il 1800 e il 1850, ed è famoso per la sua splendida posizione, che permette di avere una magnifica vista sulla piana di Tirana (la macchina fotografica è d’obbligo!). All’interno del castello è stato allestito anche un buon ristorante (Restorant Kalaja e Prezës), dove vi consigliamo di fermarvi per pranzo.

Tour Durazzo: il Castello di Preze, Durazzo

Ora che sapete tutto del castello, vi mancano solo le indicazioni giuste per arrivarci: prendete l’autostrada Tirana–Durazzo ed una volta giunti alla piccola città di Vora svoltate a sinistra, seguendo la strada per Rinas (il paese che ospita l’Aeroporto di Tirana). Dopo pochi minuti arriverete al villaggio di Fushe–Preze; da qui girate di nuovo a sinistra, alla prima strada asfaltata, e proseguite fino a destinazione.

Tour Durazzo: da Durazzo ad Albanopolis

Dovete sapere che il nome dell’Albania, viene proprio da questa antica città illirica, Albanopolis, le cui rovine si trovano nel villaggio di Zgërdhesh, vicino Kruja.

Partiamo dalle indicazioni stradali: procedete verso nord e seguite i cartelli per Fushe-Kruja – una piccola cittadina balzata agli onori delle cronache a seguito di una visita da parte dell’allora Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, nel giugno 2007 -, e da qui proseguite verso le montagne ad est, lunga la strada che collega Fushe-Kruja a Kruja. Poco prima della collina di Kruja, noterete a destra una strada non asfaltata, seguitela fino ad arrivare a delle fattorie (sono circa 3 km), che si trovano proprio sotto le rovine di Albanopolis.

Tour Durazzo: le rovine della città di Albanopolis, Durazzo

Della città parlò per la prima volta il geografo Claudio Tolomeo, nella seconda metà del II sec. d.C., riferendosi ad una città chiamata Albanopolis, collocata fra Durazzo ed il Fiume Calydon.

In seguito, diversi storici studiarono il sito, e nel 1969, una spedizione archeologica albanese portò alla luce ciò che resta della grande acropoli di Albanopolis, le fondamenta di una cappella paleocristiana, parti di mura, i resti di tre torri di guardia illiriche rettangolari (che si pensa siano state costruite nel IV sec. a.C.), alcune porzioni di porte della città ed altri reperti appartenenti ad un lungo arco temporale, compreso fra l’inizio dell’Età del Ferro ed il IV secolo d.C..

Tour Durazzo: da Durazzo a Kavaja

La città di Kavaja, che si erge nei pressi della vecchia Via Egnatia – via che collegava Durazzo (da cui dista solo 20 km) con Elbasan – ebbe il suo momento di maggior splendore durante il XVII e XVIII secolo. In quegli anni infatti Kavaja assunse un ruolo di primo piano, sia amministrativamente che come crescita della popolazione: divenne per numero di abitanti, il doppio di Durazzo.

Città ricca di cultura e tradizione, Kavaja ha probabilmente nel Museo Etnografico, la sua attrazione principale; vi si trovano infatti una varietà di oggetti non comune, provenienti dagli angoli più remoti del nord, nord-est e sud dell’Albania: dalle opere in ceramica, a quelle in rame, passando per i tessuti pregiati, mentre i costumi tradizionali di Kavaja si distinguono per il loro livello di maestria e finezza, per la ricchezza degli ornamenti e dei simboli fusi in forme geometriche, zoomorfe e antropomorfe.

Tour Durazzo: la piazza principale di Kavaja

Gli altri monumenti culturali che potete visitare a Kavaja sono: la splendida Moschea Kubelie (Xhamia Kubelie), un grande edificio, con una cupola, un peristilio e con le facciate in marmo che si ergono sotto i cipressi, con le loro colonne bizantine e le loro arcate arabe, la Chiesa di St.Paraskevi (Kisha e Shën Premtes), che si trova appena fuori il centro di Kavaja, ed i cui splendidi affreschi sono opera del noto pittore iconico Kostandin Shpataraku, e la torre dell’orologio (Sahati) costruita nel 1817.

Mentre passeggiate in città potete fare una breve sosta davanti al Monumento della Democrazia, che è situato nel centro di Kavaja ed è stato eretto in ricordo delle proteste contro il regime comunista del 26 marzo 1990.

Prima di fare ritorno a Durazzo, cogliete l’occasione per visitare anche le grotte di gesso delle colline di Mengaj; l’alabastro presente all’interno delle cavità crea magnifici riflessi e rende il paesaggio di queste grotte ancora più affascinante!

Vedi tutte le strutture presenti a Kavaja

Tour Durazzo: da Durazzo al Capo di Rodon

Il Capo di Rodon (Kepi i Rodonit), così nominato per onorare Rodon, il Dio del mare, dei terremoti e dei cavalli della mitologia illirica, è un maestoso promontorio di arenaria disteso sul mare.

Potete raggiungere questo capolavoro naturale caratterizzato da falesie calcaree, che si tuffano nel mare per circa 30 metri, in auto, seguendo le indicazioni per Durazzo–Manze–Drac–Capo di Rodon.

Tour Durazzo: veduta del Capo di Rodon, Durazzo

Sulla sommità del Capo di Rodon, in un contesto paesaggistico molto suggestivo e una vista mozzafiato sul Mar Adriatico, si trova l’antica chiesa francescana del XIII sec., dedicata a Sant’Antonio, che rappresenta una perfetta miscela fra lo stile architettonico romano e quello bizantino, nonché un importante luogo di pellegrinaggio per i credenti di fede sia cattolica che ortodossa.

Alla sinistra della Chiesa di S. Antonio si possono visitare anche i resti del Monastero di Santa Clara, eretto dalla sorella di Skanderbeg proprio dove l’eroe nazionale albanese giurò che avrebbe sconfitto i turchi.

Tour Durazzo: la Chiesa di S. Antonio al Capo di Rodon, Durazzo

Ai piedi di questo promontorio invece si possono scorgere le rovine della fortificazione medievale costruita da Giorgio Castriota nel XV secolo, a difesa della costa e del territorio albanese.

L’area ha ospitato per anni una base militare e non era accessibile al pubblico; oggi la zona offre diverse opportunità di divertimento agli amanti della natura, dal trekking lungo le piste che collegano il Capo di Rodon alla Baia di Lalëzi, al kayak sul mare o al semplice relax sotto l’ombrellone, nella piccola ed esclusiva spiaggia attrezzata nei pressi delle antiche mura medievali.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
By |2018-10-30T16:50:54+00:00Ottobre 31st, 2017|0 Commenti

About the Author:

Lorena
Lorena ama viaggiare e conoscere nuove culture. Un’altra sua passione è la scrittura, che l’ha portata a vincere alcuni concorsi di poesia e narrativa. Si diletta a scrivere racconti e non potrebbe mai vivere senza il caffè, la cioccolata e le serie tv di genere fantasy.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.