Tour Scutari: i due itinerari principali da fare in giornata a Scutari!

  • Tour Scutari: il Castello di Drisht
    Le due escursioni più interessanti di Scutari

In tour Scutari vi proponiamo due interessanti gite fuori porta che potrete fare anche in giornata.

La prima vi porterà a scoprire il celeberrimo Ponte di Mezzo, ovverosia il più bel ponte ottomano di tutta l’Albania, la seconda il Lago di Scutari, il più grande lago dei Balcani, ed il pittoresco villaggio di Shiroka.

Ebbene sì, Scutari non sorge esattamente sulle sponde dell’omonimo lago…

Non ve lo aspettavate è? Con questa piccola anticipazione siamo sicuri di avervi risparmiato una delusione!

Altre destinazioni, generalmente inserite dalle guide di viaggio negli itinerari di Scutari, come i grandi Parchi Naturali di Thethi e Valbona, che rappresentano la principale ricchezza dell’Albania settentrionale, e Velipoja, con le sue splendide spiagge, meritano secondo noi più spazio.

Non possono e non devono essere considerati dei semplici itinerari e perciò abbiamo deciso di non inserirli in tour Scutari, ma in articoli a sé stanti.

Tour Scutari: perché avere a disposizione un’auto per spostarsi conviene sempre

Tour Scutari: auto a noleggio a Scutari

Per raggiungere comodamente sia il Ponte di Mezzo che il Lago di Scutari, vi servirà un’auto!

Se siete arrivati in Albania in traghetto, probabilmente avrete imbarcato anche la vostra automobile, perciò potete saltare questa parte ed andare direttamente agli itinerari…

Viceversa, nel caso in cui la vostra scelta sia ricaduta sull’aereo, allora sarà inevitabile porvi il problema di come muovervi all’interno del Paese e la soluzione ideale non potrà che essere il noleggio auto.

In tal caso è opportuno che seguiate alle accortezze in fase di prenotazione per spendere il meno possibile senza rinunciare alla sicurezza.

Consigli sul noleggio auto in Albania

Tour Scutari: da Scutari al Ponte di Mezzo

Tour Scutari: Rruga Kol Idromeno

Per la prima gita fuori città di tour Scutari, uscite dal centro città in direzione nord-est, seguendo dal centro Rruga Gjovalin Gjadri verso i villaggi di Boks e Drishit. Superata l’area industriale e l’ospedale principale della città, dopo circa 6 km incontrerete così il Ponte di Mezzo (Ura e Mesit).

Il Ponte di Mezzo, costruito nella seconda metà del XVIII secolo (1768) da Mehmet Pasha Bushati in pietra tagliata, presenta la caratteristica struttura a schiena d’asino a 13 archi, lunga 108 metri, e si trova sull’antica via carovaniera che univa l’Albania settentrionale al Montenegro e al Kosovo.

Splendido esempio di architettura civile ottomana, questo ponte è secondo per fama solo al Ponte di Mostar, in Bosnia.

Tour Scutari: il Ponte di Mezzo

L’opera ha avuto due fasi di costruzione:

  • nella prima fase è stato edificato l’arco centrale, i primi due archi adiacenti a sinistra ed il primo adiacente a destra;

  • nella seconda fase di costruzione, anche a seguito dell’esondazione del Fiume Kir, vennero costruiti i restanti archi per sostenere meglio le due estremità del ponte.

Ma il tour non finisce qui!

Dopo aver attraversato il Ponte di Mezzo, girate a sinistra e risalite il ​​fianco della collina che vedete di fronte a voi: percorrete così il medesimo sentiero acciottolato che in epoca medievale veniva percorso dagli abitanti di Drisht verso il castello.

Tour Scutari: il Castello di Drisht

Le rovine del Castello di Drisht si trovano infatti sulle colline arroccate della valle del Fiume Kir, a circa 6 km dal Ponte di Mezzo ed a 12 km da Scutari.

Le prime tracce di fortificazioni risalgono al tardo neolitico, ma il castello vero e proprio fu costruita durante il dominio bizantino, nel 13° secolo. Le mura attuali e le torri risalgono invece agli anni 1396-1478 e sono di epoca veneziana.

Divenuto indipendente da Scutari nel 14° secolo, il castello fu conquistato prima dal despota serbo Đurađ Branković (1442) e, successivamente dagli Ottomani (1478).

Al suo interno troverete una tipica residenza (konak) ottomana, una piccola moschea, e diverse case, alcune delle quali ancora abitate.

Tour Scutari: da Scutari al villaggio di Shiroka sulle rive del Lago di Scutari

Tour Scutari: il Lago di Scutari

La seconda gita fuori città che vi proponiamo in tour Scutari, vi porterà sulle sponde del Lago omonimo, dove potrete visitare il caratteristico villaggio di Shiroka.

Attraversato il ponte sul Fiume Buna, svoltate a destra e, superato il quartiere abitato dalla popolazione Rom, seguite la strada in direzione del villaggio di Shiroka.

Durante il viaggio, non perdete l’occasione di ammirare il bellissimo paesaggio lacustre: un’immensa distesa d’acqua sorvolata da gabbiani e sullo sfondo il profilo verde grigio delle Alpi Albanesi.

Il Lago di Scutari rappresenta un vero tesoro della biodiversità: 50 specie di pesci, 280 specie di uccelli e oltre 200 varietà di piante vivono nella laguna!

Tour Scutari: il villaggio di Shiroka

Giunti al villaggio di Shiroka, a 6 km da Scutari, non vi rimarrà che scegliere uno dei tanti ristoranti dove gustare il pesce alla griglia appena pescato e concedervi un po’ di riposo in una delle spiaggette circostanti.

Se non lo aveste già capito Shiroka è sostanzialmente un piccolo e caratteristico villaggio di pescatori!

Esplorando le viuzze del paese, potrete visitare la Chiesa cattolica, dedicata a San Rocco, santo patrono della città e protettore dei poveri, che sorge proprio nel centro del villaggio, una vecchia moschea poco distante e la monumentale villa di Re Zog.

Costruita dal re come residenza estiva, venne successivamente trasformata in campo della gioventù; attualmente è in fase di ristrutturazione a causa dei danni provocati durante le rivolte di fine anni ‘90.

Di |2018-07-09T12:13:32+00:00marzo 7th, 2018|

About the Author:

Lorena
Lorena ama viaggiare e conoscere nuove culture. Un’altra sua passione è la scrittura, che l’ha portata a vincere alcuni concorsi di poesia e narrativa. Si diletta a scrivere racconti e non potrebbe mai vivere senza il caffè, la cioccolata e le serie tv di genere fantasy.

Leave A Comment