Valbona: un viaggio nel miracolo albanese delle Alpi!

  • Valbona: le alpi
    Le Alpi di Valbona

Il Parco Nazionale di Valbona (in albanese Parku kombëtar e Valbonës), istituito nel 1996, si trova nella parte più nord-orientale dell’Albania, e nello specifico nel distretto di Tropojë, a circa 200 km e cinque ore di viaggio da Scutari.

Il parco copre un’area totale di 80 km² e comprende il corso del Fiume Valbona e la sua vallata fatta di paesaggi alpini, sorgenti glaciali, depressioni profonde, varie formazioni rocciose e cascate.

Dovete sapere che le alpi albanesi sono caratterizzate da rocce calcaree e dolomitiche ed altro non sono che la continuazione più meridionale delle Alpi Dinariche.

Maja Jezercë si estende a ovest del parco ed è la montagna più alta delle Alpi Dinariche, con un’altitudine di 2.694 m.

Valbona: come organizzare l’escursione

Valbona: il fiume

La lunghezza del percorso (abbiamo detto che da Scutari ci vogliono cinque ore di viaggio) non deve assolutamente spaventarvi, anzi, proprio la bellezza del tragitto per raggiungere il Parco Naturale di Valbona è una delle principali ragioni per programmare una visita nella valle.

L’escursione può essere organizzata in due modi:

  • in auto, in tal caso dovete seguire le indicazioni per la città di Bajram Curri – potete usare la nuova autostrada A1 verso Kukës, oppure le vecchie statali SH2 e SH22 -, quindi proseguire da lì per altri 30 km, in direzione nordovest, verso Valbona;

  • con il servizio di imbarcazioni che, attraversando un paesaggio mozzafiato, risalgono il Lago di Koman fino alla località di Fierza.

Valbona: il Lago di Koman

Il Lago artificiale di Koman è un fiordo che zigzaga tra le pendici scoscese dei monti ed offre ad ogni ansa nuovi scenari e prospettive.

Piccoli battelli e traghetti partono dal lago alle ore 9.00 del mattino, collegando la città di Bajram Curri al distretto di Tropojë.

La navigazione, che dura circa tre ore, vi condurrà fino a Fierza. Da qui, salvo che non abbiate imbarcato anche la vostra auto, dovrete proseguire il viaggio con i mezzi pubblici locali verso Bajram Curri, e poi fino a Valbona.

Giunti sul posto, prima di iniziare l’esplorazione della valle, non vi resterà che scegliere tra le varie guesthouse attive nella zona per riposarvi e mangiare sano cibo naturale.

Vedi tutte le strutture presenti a Valbona

Valbona: flora e fauna

Valbona: Parco Nazionale

La grande varietà di ecosistemi e condizioni climatiche tra aree e altitudini diverse favorisce l’esistenza di una ricca flora e fauna, distribuita in tutta la zona.

Non è un caso che il Parco Nazionale di Valbona rappresenti uno dei più importanti centri bio-nazionali di flora e fauna selvatica dell’Albania.

Costituito per l’89% della sua superficie complessiva da foreste, il parco presenta la tipica vegetazione di alta montagna, con boschi di pini, abeti, faggi e castagni; endemico del luogo è invece l’abete rosso.

All’interno del Parco Naturale di Valbona vivono diversi orsi bruni, lupi grigi e linci, oltre a caprioli e cinghiali.

Valbona: casa di montagna

A quote più elevate, al riparo dall’attività dell’uomo, non è raro imbattersi nel camoscio.

Le fonti di acqua pura di fiumi, torrenti e laghi glaciali sono l’habitat naturale di insetti acquatici, anfibi, salmoni ed altre specie di pesci come la trota marmorata.

Non mancano neanche gli uccelli, ne sono state contate 145 specie, tra cui citiamo a mero titolo esemplificativo l’aquila reale, l’avvoltoio egiziano, lo sparviero, il falco pellegrino, il barbagianni, il grande cormorano ed il rigogolo eurasiatico.

Di | 2018-04-27T16:18:18+00:00 marzo 9th, 2018|

About the Author:

Francesco
Francesco è appassionato di videogames e manga giapponesi. Li ama quasi quanto ama girare per il mondo alla scoperta di mete insolite e sconosciute ai più. Si diverte anche a pescare, specialmente in mare, e non rinuncerebbe mai al cinema e alla pizza con le acciughe.

Leave A Comment